Cubi portafiltri e fluorocromi

Per ottenere risultati eccellenti di imaging nella microscopia a fluorescenza, è fondamentale che la sorgente luminosa, i fluorofori e i cubi portafiltri siano perfettamente compatibili. Con FluoScout™ di Leica è possibile scegliere il cubo portafiltri e il set di filtri giusto per massimizzare l'efficienza di eccitazione ed emissione dei coloranti fluorescenti o delle proteine fluorescenti.

FluoScout™ di lancio

FluoScout™ di Leica Microsystems: lo strumento online che permette di determinare le impostazioni ottimali di cubo filtro


Microscopia a fluorescenza

Al giorno d'oggi, la fluorescenza è uno dei fenomeni fisici più comunemente utilizzati nella microscopia biologica e analitica, principalmente grazie all'alto livello di specificità e sensibilità. La microscopia a fluorescenza consente agli utenti di determinare la distribuzione di una specie a molecola singola, la sua quantità e la sua posizione all'interno di una cellula. È possibile effettuare studi di colocalizzazione e interazione, nonché osservare processi di concentrazione degli ioni o intercellulari e intracellulari, ad esempio endocitosi ed esocitosi. Con l'aiuto della microscopia a fluorescenza in super risoluzione è persino possibile visualizzare strutture in sub-risoluzione. Su Science Lab di Leica sono presenti ulteriori informazioni su microscopia a fluorescenza, fluorescenza quantitativa e super risoluzione.

Funzioni intelligenti di FluoScout™

 

  • Spettro luminoso visibile mostrato per un orientamento permanente
  • Funzione di zoom per una visualizzazione dettagliata degli spettri
  • Attivazione e disattivazione di singoli spettri per avere una visione d'insieme dell'opzione da visualizzare
  • Misurazione della trasmissione e dell'emissione con un cursore
  • Strumento di guida rapida che illustra le funzioni
  • Creazione di link per inviare gli spettri desiderati tramite e-mail o aggiungerli ai preferiti
  • Pulsante di aiuto per mettersi in contatto direttamente con il nostro servizio assistenza
  • Descrizione comando che illustra le funzioni posizionandoci sopra il mouse

FluoScout™ di Leica Microsystems: lo strumento online che permette di determinare le impostazioni ottimali del cubo portafiltri 

 

  • Seleziona separatamente la sorgente luminosa, i fluorofori e il cubo portafiltri.
  • Ottieni suggerimenti sui cubi portafiltri in base alla scelta dei fluorofori.
  • Raccogli spettri con un clic nel carrello del preventivo e ricevi delle offerte per le impostazioni personali del filtro.


Microscopi ottici a fluorescenza

Al giorno d'oggi i microscopi a fluorescenza utilizzati nelle applicazioni di ricerca si basano su una serie di filtri ottici: un filtro di eccitazione, un partitore del fascio dicroico e un filtro di emissione. Questi filtri di norma sono inseriti insieme in un cubo portafiltri (microscopi composti) o in una supporto piatto (principalmente stereomicroscopi). Mentre il filtro di eccitazione seleziona le lunghezze d'onda per eccitare un colorante specifico in un campione, il filtro di emissione funziona come una sorta di controllo di qualità lasciando passare solamente le lunghezze d'onda d'interesse tra quelle emesse dal fluoroforo. La funzione dello specchio dicroico è quella di riflettere la luce nella banda di eccitazione e trasmettere la luce nella banda di emissione, consentendo così la tradizionale illuminazione a luce incidente in epifluorescenza.

Stereomicroscopi a fluorescenza

Gli stereomicroscopi a fluorescenza di Leica Microsystems utilizzano la tecnologia TripleBeam, un percorso del fascio separato (terzo) per l'illuminazione a fluorescenza del campione senza ricorrere a uno specchio dicroico. Di conseguenza, sono necessari un filtro di eccitazione per il percorso del fascio di illuminazione e due filtri di emissione, uno per ogni percorso del fascio di osservazione.

Su Science Lab di Leica sono presenti ulteriori informazioni sul principio TripleBeam.