Sorgenti luminose

Eccitazione ottimale della fluorescenza nel campione

L'intensità di fluorescenza adeguata può essere ottenuta soltanto se la sorgente luminosa è forte nell'ultravioletto vicino.

 

Le lampade a mercurio a pressione ultra elevata e le lampade allo xeno ad alta pressione, due tipi di lampade a scarica gassosa, sono particolarmente adatte.

  • Le lampade a mercurio hanno un caratteristico spettro a linee con linee di Hg ad alta intensità.
  • Le lampade allo xeno emettono uno spettro continuo nella zona visibile con un'intensità media costante.

Le lampade a mercurio a pressione ultra elevata sono le sorgenti luminose più diffuse per i comuni lavori di fluorescenza grazie al loro potenziale applicativo universale, i loro forti ultravioletto, violetto e verde e alle regioni blu adatte.

La sorgente di luce standard per la microscopia a fluorescenza è la lampada a mercurio a pressione ultra elevata Hg 100 W. L'ottica di illuminazione del fascio di luce incidente nel microscopio è stata perfettamente adattata alla dimensione del campo di illuminazione di questo tipo di lampada, generando di conseguenza un miglioramento significativo del flusso di luce e della trasmissione UV.

La lampada Hg 100 W e la lampada allo xeno ad alta pressione 75 W funzionano a corrente continua stabilizzata per una combustione estremamente regolare.

Per la fluorescenza di routine in laboratorio, se non è necessaria un'elevata luminosità, possono essere utilizzate le più economiche lampade a mercurio a pressione ultra elevata Hg 50 W.