Dipinti

La pulizia e il restauro esatti nei dettagli dei dipinti richiedono l'uso di stereomicroscopi e microscopi digitali precisi che possano essere personalizzati per moltissime tipologie e dimensioni dei dipinti. Con i microscopi per la pulizia e il restauro delle opere pittoriche offerti da Leica è possibile modificare la posizione dello zoom e lavorare con ingrandimenti bassi per l'analisi dei dettagli più piccoli. È inoltre possibile scegliere uno stativo a pavimento per i dipinti di grandi dimensioni.


La soluzione composta migliore

Stereomicroscopio Leica M60 per il restauro e la conservazione dei dipinti

Utilizza il sistema Leica M60 F12, compatto e modulare, per analizzare e restaurare moltissimi dipinti e conservare le opere d'arte. Questo stereomicroscopio con zoom 6.3:1, stativo a pavimento, illuminazione con lampada a faretto e fotocamera Leica IC80 HD garantisce la flessibilità e la risoluzione necessarie per controllare e pulire anche i dettagli più piccoli. Leica M60 F12, compatto e facile da configurare, permette di adattare con facilità il microscopio alle proprie esigenze di applicazione.

La soluzione digitale migliore

Microscopio digitale Leica DVM2500 per il restauro e la conservazione dei dipinti

Il microscopio digitale Leica DVM2500 per il restauro di opere artistiche e musei permette di controllare e pulire i dipinti con la flessibilità e l'accesso desiderati. Questa soluzione digitale presenta lo stativo inclinabile flessibile e lo stativo xy girevole per visualizzare anche i dettagli più piccoli su superfici di campioni inclinate o verticali. Leica DVM2500 ha inoltre in dotazione il software Leica Application Suite e una fotocamera veloce FireWire per garantire una pulizia e un restauro esatti nei dettagli.


Il ritratto in dimensioni quasi reali risalente alla prima metà del XVII secolo necessita di un restauro completo. © Sammlungen des Fürsten von und zu Liechtenstein, Vaduz–Wien

Willem van Honthorst (1594-1666) “Ritratto di un giovane con un cappello piumato nella mano destra”

L'esame al microscopio rivela la superficie granulare ruvida di questo dipinto olandese dovuta alla successiva applicazione di uno strato di vernice con componenti scarsamente stemperati. ©Sammlungen des Fürsten von und zu Liechtenstein, Vaduz–Wien

Il ritratto in dimensioni quasi reali risalente alla prima metà del XVII secolo necessita di un restauro completo. L'esame al microscopio rivela la superficie granulare ruvida di questo dipinto olandese dovuta alla successiva applicazione di uno strato di vernice con componenti scarsamente stemperati. ©Sammlungen des Fürsten von und zu Liechtenstein, Vaduz–Wien