Contattaci

I vantaggi che un microscopio oftalmico aggiornabile può offrire a un chirurgo e all'ospedale

Intervista a Dr. Seenu M. Hariprasad, Università di Chicago

La maggior parte dei chirurghi concorda sul fatto che una visione ottimale rappresenti un fattore chiave nella scelta di un microscopio operatorio. Tuttavia, con l'ingresso continuo di nuove tecnologie in sala operatoria, il microscopio sta diventando sempre più un mero strumento ottico.

Il Dott. Seenu M. Hariprasad è direttore del reparto di chirurgia vitreo-retinica nonché della ricerca clinica; Shui-Chin Lee è professore di oftalmologia e Scienze Visive presso l'Università di Chicago. Il Dott. Hariprasad sostiene che il Proveo 8 è solo il primo di una nuova generazione di microscopi oftalmici, in grado di offrire non solo un'eccellente qualità ottica, ma anche una piattaforma flessibile e aggiornabile per integrare tecnologie di imaging digitale. 


Quali sono secondo lei i vantaggi della struttura modulare del microscopio Proveo?

Dr. Hariprasad: Undici anni fa il mio ospedale acquistò un microscopio per chirurgia retinica, che tuttavia non poteva essere aggiornato. Invece il microscopio oftalmico Proveo 8 può essere utilizzato per la chirurgia del segmento anteriore e posteriore, nonché potenziato e aggiornato col passare del tempo. In pratica, la possibilità di potenziare un microscopio significa anche estenderne la durata. L'istituto investe nell'acquisto di un microscopio e dopo qualche anno, quando subentra una nuova tecnologia, può aggiungervi un nuovo componente. Ma se non è possibile potenziare il microscopio e collegarvi il nuovo componente, allora l'istituto deve sostituire lo strumento andando incontro a nuove e maggiori spese.

Di fronte a tecnologie mediche in rapida evoluzione non possiamo sapere che cosa ci aspetta il futuro, anche quello prossimo, perciò la possibilità di espandere il microscopio risulta particolarmente intelligente.  Per citare un esempio: l'OCT intrachirurgico rappresenta una grande novità dal punto di vista della retina, ma ad oggi è solo nella fase iniziale.

Il microscopio Proveo 8 è stato progettato per poter integrare un componente OCT in un secondo momento. Oltre alla possibilità di aggiornamento con nuove tecniche, il microscopio è in grado di integrare sofisticati dispositivi di registrazione e di eseguire in qualunque momento una sistema di navigazione per allineamento di lenti toriche e una sistema di visualizzazione 3D.

Il microscopio Proveo 8 è sviluppato per la chirurgia del segmento anteriore e posteriore; quali vantaggi implica per il chirurgo e per l'ospedale?

Dr. Hariprasad: La capacità di adattarsi ai diversi tipi di chirurgia oftalmica rappresenta un enorme vantaggio perché raddoppia il potenziale utilizzo e il rientro dell’ investimento, eliminando al contempo l'esigenza di avere due microscopi, dipendenti dal tipo di setting e dal volume. Gli ospedali sono ben contenti di avere uno strumento che tutti i dottori possono usare.

Quali sono i vantaggi complessivi del microscopio oftalmico Proveo 8?

Dr. Hariprasad: Da chirurgo della retina posso dire di poter fare affidamento sul mio microscopio oftalmico per avere una visualizzazione ad alta risoluzione durante l'intervento. Il Proveo mi dà grandi soddisfazioni perché è all'avanguardia in termini di nuove tecniche di visualizzazione, inoltre consente di integrare le tecnologie di imaging digitale esistenti e future in una struttura elegante e moderna. La presenza di funzioni ultra moderne rende il Proveo 8 uno strumento essenziale per i chirurghi del segmento posteriore.