Come evitare di danneggiare i componenti e come ridurre i costi attraverso l'analisi di pulizia

1. Domande da prendere in considerazione preventivamente per rendere più efficiente l'analisi della pulizia

L'obiettivo di un processo di gestione della qualità è quello di ottenere risultati rappresentativi, accurati e affidabili. Pertanto, è importante porsi le seguenti domande prima di effettuare un'analisi della pulizia.

Precisamente cosa deve essere misurato?

  • Di che tipo e di che misura dovrebbero essere le particelle da includere?
  • Quali parametri di pulizia sono necessari per il mio prodotto?
  • Quali norme devono essere seguite?
  • Le particelle sono localizzate e analizzate in modo efficiente?
  • Le impostazioni di analisi, i risultati, le immagini, i dati, ecc. sono documentati in modo rapido e preciso?

Informazioni dettagliate sono reperibili nel webinar “Nozioni di base sui Componenti dell´Analisi della Pulizia”.

2. Come assicurarsi che i risultati dell'analisi della pulizia dei componenti sono affidabili?

Assicurarsi che i risultati siano costanti e non varino da un utente all'altro è importante, specialmente se la conformità con gli standard e le procedure industriali - internazionali, regionali o interne - è determinante. Leica Microsystems e Pall si assicureranno che i risultati siano sicuri e affidabili attraverso:

  • Incorporare nell'analisi gli standard dell'industria automobilistica come ISO 16232, VDA 19 e ISO 4406/4407.
  • Misurare particelle con precisione di scala micrometrica (calibrazione con un singolo pixel di sensore)
  • Fornire una varietà di metodi di illuminazione e di contrasto dell'immagine per rilevare le particelle
  • Offrire diversi metodi per l'analisi della dimensione delle particelle

3. Come determinare il potenziale di danno delle particelle

Le misurazioni essenziali delle particelle nocive sono la loro lunghezza, larghezza (o larghezza) e altezza. Tutte le dimensioni vengono misurate con il metodo Feret, presente nel software di analisi delle immagini Leica. Inoltre, occorre determinare la natura della particella. Ad esempio, è duro, morbido, metallico o non metallico? Conoscere tutte queste proprietà delle particelle consente di determinarne il potenziale di danno.

In generale, il potenziale di danno di una particella è correlato alle seguenti condizioni:

  • Le particelle più rigide hanno un maggiore rischio di causare danni rispetto a quelle morbide.
  • Le particelle più lunghe possono causare danni se sono compattate.
  • L'ampiezza delle particelle determina se possono facilmente adattarsi alle direzioni di flusso del fluido.
  • Una altezza  maggiore  delle particelle, specialmente quando sono rotonde e piccole, indica un maggiore potenziale di danno. 

4. Come impostare un flusso di lavoro efficiente per la pulizia dei componenti

La soluzione ottimale per le vostre esigenze di analisi della pulizia è fornita da Leica Microsystems e Pall:

  • Lavorate con sistemi flessibili (manuali, automatici, aperti e aggiornabili).
  • Ottenete un flusso di lavoro senza interruzioni
  • Definite profili per utenti multipli (supervisore, operatore, ecc.)
  • Flussi di lavoro integrati e facili da seguire
  • Applicate gli standard industriali (internazionali, regionali o interni).
  • Ususfruite di oltre 30 anni di esperienza da parte di un team di oltre 10 esperti qualificati.  

Inizia il video al tempo 25:11

Leica Microsystems e Pall si impegnano per collaborare con voi allo sviluppo di un flusso di lavoro personalizzato e di servizi completi per la pulizia dei componenti. Pall fornisce gli autocontenitori di lavaggio, come anche l'aspirazione delle particelle e il processo di filtrazione. Leica Microsystems fornisce la soluzione ottica per l'analisi delle particelle nelle membrane filtranti, in termini di localizzazione, distribuzione, valutazione e identificazione delle particelle.

Come sapere quale soluzione si adatta meglio alle vostre esigenze

Quando si sceglie una soluzione Leica Microsystem per un flusso di lavoro di pulizia dei componenti efficiente, è fondamentale sapere quale sistema soddisfa al meglio le vostre esigenze.

Microscopio digitale Leica DMS1000 - per analisi standard e di base

  • Documentazione semplice e veloce con ottiche zoom codificate di alta qualità
  • Misurazioni 2D più rapide con un ampio campo visivo
  • Luminosità costante dell'immagine su tutto il range dello zoom con Flex Aperture
  • Piattaforma aperta per documentazione, misurazione e analisi

Microscopio dei materiali verticali Leica DM6 M - Per analisi standard e avanzate

  • Flusso di lavoro veloce per l'analisi delle particelle con un sistema di microscopia completamente automatizzato
  • Misura di particelle piccole e grandi in un unico passaggio con ottiche ad alte prestazioni
  • Eseguite facilmente misurazioni 3D
  • Aggiornamento del sistema possibile per altre applicazioni e caratteristiche, ad esempio, metallografia, analisi delle immagini 2D, 3D e mosaiche, documentazione rapida dei risultati e facile generazione di report, ecc.  

Per informazioni più approfondite, visitate il nostro webinar "Nozioni di base sull'analisi della pulizia dei componenti".

Clicca qui per iniziare il webinar

 

Vuoi parlare con i nostri esperti? Compila il modulo di contatto e ti contatteremo al più presto. 

Related Images