Larva di Drosophila. Preparazione e imaging del campione di Andres Käch, campione fornito per gentile concessione del gruppo del prof. Damian Brunner, Istituto di biologia molecolare, Università di Zurigo, Svizzera. Visibile: muscolo, villi e organelli cellulari (ad es. mitocondri)

Perché il criodecapaggio (freeze fracture) e la crioincisione (freeze etching)?

  • Il criodecapaggio   è la tecnica di rottura di un campione congelato per rivelarne le strutture interne. 
  • La crioincisione è la sublimazione del ghiaccio superficiale sottovuoto per rivelare i dettagli della superficie fratturata originariamente nascosti.

Sono le tecniche più sensibili per preservare i dettagli più piccoli per le analisi TEM e crio-SEM. Su Science Lab è disponibile un'introduzione al criodecapaggio e alla crioincisione.

Perché scegliere il sistema Leica EM ACE900?

L'unità Leica EM ACE900 è un sistema per la preparazione campioni di alta qualità. Consente di eseguire criofratture, crioincisioni e rivestimento a fascio elettronico (e-beam coating) dei campioni con un UNICO strumento.

Applicate  i rivestimenti combinati al carbonio/metallo ad alta risoluzione tramite fascio elettronico ruotando il crio-tavolino per qualsiasi analisi TEM e SEM, per usufruire di opzioni di ombreggiatura flessibili. 

Grazie a un blocco di carico per il trasferimento del campione e del coltello e alle valvole a saracinesca per ciascuna sorgente del fascio elettronico, lo strumento può sempre rimanere sottovuoto, garantendo condizioni operative veloci e pulite.

Questo sistema diventerà il vostro strumento principale per la lavorazione di campioni EM.

Nessun limite alla ricerca

Il sistema di criodecapaggio Leica EM ACE900 incorpora un concetto di raffreddamento riprogettato, un microtomo, una schermatura, fasci elettronici, blocchi di carico e offre la possibilità di collegare un sistema Leica EM VCT500 per la protezione del campione durante l'intero processo di lavorazione crio-SEM. 

Incorporato in una moderna interfaccia utente, annulla i limiti operativi.

Ottieni nuove informazioni utili nei seguenti campi

  • Biologia: membrane, batteri, organelli cellulari, proteine
  • Industria: prodotti cosmetici, alimenti, medicinali
  • Ricerca dei materiali: emulsioni, polimeri, strati leganti, nano-strutture, cristalli liquidi

Criodecapaggio dei campioni per le analisi TEM (tecnica di replica) o crio-SEM (con sistema di trasferimento Leica EM VCT500).

Elevata riproducibilità, alta protezione del campione

Una combinazione perfetta di automazione e uso manuale (fracturing) per una preparazione altamente riproducibile e flessibile.

Tutti i parametri rilevanti vengono registrati.

Ampie crio-schermature, otturatore  per campioni, trasferimento ottimizzato dei campioni e crio-microtomo garantiscono la massima protezione dei campioni.

Nessun limite operativo - Interfaccia utente pratica e intuitiva

Il sistema Leica EM ACE900 rende la tecnologia di criodecapaggio e crioincisione un'applicazione di routine in laboratorio.

Connettività

Collegate il sistema di criotrasferimento sottovuoto Leica EM VCT500 (vacuum cryo transfer system) al sistema Leica EM ACE900!

Un sistema Leica EM VCT500 può essere agganciato direttamente al sistema Leica EM ACE900.

Con la navicella di criotrasferimento Leica EM VCT500 è possibile trasferire i campioni possono essere trasferiti da e verso lo strumento in condizioni perfette per l'esame finale in crio-SEM.

Otterrete immagini dalla massima risoluzione in poche ore.

Velocità operativa

Elaborate i vostri dei campioni rapidamente con blocchi di carico per

  • sorgenti dei fasci di elettroni
  • tavolini portacampioni
  • coltello

Non occorre attendere che il sistema raggiunga la condizione di vuoto.

Responsabilità ambientale

I nostri sistemi di preparazione dei campioni per la microscopia elettronica non solo soddisfano i più elevati standard tecnici ed ergonomici, ma sono progettati anche per produrre il minore impatto ambientale possibile.

Cosa significa questo per il sistema Leica EM ACE900?

  • Il consumo di LN2 durante la fase di raffreddamento è stato ridotto di circa l'87% rispetto agli  strumenti precedenti.
  • Il consumo orario di LN2 durante la fase di criolavorazione  è stato ridotto di circa il 58% rispetto agli strumenti precedenti.
  • Il tempo di raffreddamento prima dell'uso è stato ridotto di circa il 33% rispetto agli strumenti precedenti. 
  • La dimensione ridotta dello strumento determina una riduzione dei costi di imballaggio, spedizione e trasporto.
  • È stato implementato il sistema di gestione ambientale DIN EN ISO 14001.

Leica agisce responsabilmente e nel 2015 ha ottenuto la certificazione DIN EN ISO 14001 per la gestione ambientale