Soluzioni di imaging e di preparazione dei campioni per la ricerca sui virus

Lo studio dei tessuti e delle cellule infettati dai virus per comprendere i meccanismi di infezione e sviluppare trattamenti per la malattia ha implicazioni complesse per la salute umana. Le soluzioni Leica per l'imaging e la preparazione dei campioni consentono di analizzare l'ingresso e la fusione virale, l'integrazione del genoma, la replicazione virale, l'assemblaggio e l'espansione dei virus. I dati provenienti dall'analisi di campioni ben preparati sono importanti anche per lo studio dei relativi meccanismi cellulari e delle risposte immunitarie. L'obiettivo finale è quello di sviluppare strategie di intervento.

I virus vengono esaminati a partire da biopsie fino ad arrivare a livello di singolo virione. Alcuni dei più comuni virus studiati sono l'influenza, i coronavirus (SARS-COV-2 che causa il COVID-19, ecc.), l'herpes, l'epatite, la dengue, lo Zika, l'HIV, la rabbia e l'Ebola, ma ne esistono molti altri.

Gli esperti Leica sono disponibili per aiutarti a trovare le soluzioni giuste per la tua ricerca sui virus.

Ti basta contattarci!

I nostri esperti di soluzioni di imaging e preparazione dei campioni per le applicazioni virologiche saranno lieti di aiutarti a trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

L’ospite del processo di infezione da virus

Nella ricerca di virus si utilizzano talvolta organismi modello, nonostante non riproducano esattamente la morfologia dell'ospite umano. Per questo motivo, i ricercatori si affidano più spesso a studi su tessuti umani, biopsie o colture cellulari.

I modelli di infezione ex vivo possono essere generati da tessuti, biopsie o modelli animali. Questi modelli possono essere esaminati con l'aiuto degli stereomicroscopi Leica.

Grazie ai microscopi Widefield Leica (compound), è possibile monitorare le colture cellulari, gli sferoidi e gli organoidi.

I microscopi a fluorescenza Leica più sofisticati, come i THUNDER imager, consentono di eseguire ulteriori indagini iniziali su modelli di infezione, colture cellulari in 2D o in 3D.

Un'analisi genetica a valle più affidabile può essere eseguita utilizzando la microdissezione laser di Leica Microsystems che isola cellule specifiche dal tessuto circostante.

In questa nota applicativa (Microscopy in Virology) vengono riportati esempi di applicazioni di virologia studiate con soluzioni Leica.

Ultrastruttura dei virus

Per poter valutare l’ultrastruttura dei virus, è necessaria una risoluzione prossima a 1 nm. Al momento, questa risoluzione può essere ottenuta solo con la microscopia elettronica. Il Cryo EM consente di ottenere anche una risoluzione sub-nanometrica.

La risoluzione ultrastrutturale consente di osservare in nanoscala l'interazione tra ospite e virus, nonché di confermare i risultati ottenuti da diverse tecnologie analitiche e di identificare i potenziali siti di azione per farmaci. Inoltre, per la progettazione di vaccini e inibitori di ingresso virale risultano fondamentali i ligandi o le piccole molecole di recettori di superficie cellulare che sono target durante le interazioni di particelle virali.

Per i sistemi convenzionali e il Cryo EM, la preparazione dei campioni è fondamentale. Richiede attrezzature e competenze specifiche che Leica Microsystems è in grado di offrire disponendo di un ampio portafoglio per la preparazione di campioni EM oltre alla consulenza dei propri esperti.

Volete saperne di più?

Parlate con i nostri esperti. Saremo lieti di rispondere a tutte le vostre domande e preoccupazioni.

Contatti

Preferite una consulenza personale? Show local contacts

Scroll to top