THUNDER Imager Live Cell & 3D Cell Culture & 3D Assay THUNDER Imaging Systems Prodotti Home page Leica Leica Microsystems

Malattie Infettive

Batteri

Batteri

Salmonella typhimurium è un noto batterio che infetta l'uomo penetrando nelle cellule epiteliali dell'intestino tenue e nel tessuto connettivo sottostante. Ciò provoca gastroenterite, una malattia debilitante che può portare a dolori addominali, vomito, diarrea e, se non trattata adeguatamente, a morte.

S. typhimurium è noto per manipolare il citoscheletro dell'ospite. Per avere una visualizzazione più dettagliata, le cellule epiteliali MDCK sono state infettate con un batterio (verde). Le immagini acquisite con THUNDER Imager 3D Cell Culture consentono ai ricercatori di osservare un'ampia ridistribuzione dell'actina (rosso) nelle cellule infette.

Immagini grezze vs. Computational Clearing di grandi volumi. Su gentile concessione del Dr. Mark Jepson, Bristol University (UK).

Virus della rabbia

L'infezione da virus della rabbia, senza protezione vaccinale o profilassi post-esposizione, è spesso mortale. Il virus della rabbia può essere trasmesso attraverso il muco o la saliva degli animali infetti. Partendo dalla ferita da morso, si sposta lungo i neuroni fino al sistema nervoso centrale.

L’identificazione della fosfoproteina virale (rossa) all'interno dei neuroni infetti di cervello di furetto chiarificato con DISCO (nuclei in blu) è stata acquisita con THUNDER Imager 3D Cell Culture attraverso uno z-stack di 450µm, in 2 canali e ha richiesto 4 minuti. La diffusione del virus della rabbia all'interno del cervello degli animali è stata facilmente visualizzata con THUNDER Imager 3D Cell Culture.

Immagini grezze vs. Computational Clearing di grandi volumi. Su gentile concessione del Dr. Stefan Finke, Friedrich-Loeffler-Institute, Riems (Germany).

Virus dell'influenza

Il virus dell'influenza penetra negli animali attraverso la mucosa e infetta le vie respiratorie. Una tipica patogenesi può includere febbre, tosse secca e dolori al corpo. Le superinfezioni complicate da batteri possono essere pericolose per la vita.

Visualizzazione con THUNDER Imager 3D Cell Culture di epitelio pluristratificato primario polmonare di maiale di circa 60µm infettato con virus dell'influenza (rosso). Lo strato superiore mostra le ciglia (verdi) responsabili del trasporto del muco. I nuclei sono colorati in blu.

Immagini grezze vs. Computational Clearing di grandi volumi. Su gentile concessione del Dr. Stefan Finke, Friedrich-Loeffler-Institute, Riems (Germany).

Principali vantaggi di THUNDER Imager 3D Live Cell & 3D Cell Culture

I nostri Product Manager illustrano i principali vantaggi di THUNDER Imager 3D Live Cell & 3D Cell Culture.

Time-lapse eseguito con cellule da tessuto espiantato

Time-lapse eseguito con cellule da tessuto espiantato

Espianti di aorta addominale visualizzati con THUNDER Live Cell imager con obiettivo 20x, 0.4NA a lunga distanza di lavoro. Gli espianti sono stati depositati in piastre a pozzetti e ricoperti con un sottile strato di terreno di coltura. Per garantire una temperatura di 37°C e un'umidità del 95%, è stato utilizzata una incubatrice stadio-top. Quattro campioni, separati tra loro da una grande distanza (>2,54cm), sono stati acquisiti tramite LASX Navigator a seguito della definizione di regioni specifiche per ogni espianto. Per garantire che il movimento delle cellule fosse registrato correttamene, ogni regione aveva uno z-stack personalizzato definito localmente, permettendo così che ogni espianto fosse a fuoco. Tempo di acquisizione totale 2 minuti e 20 secondi ed è stato utilizzato un tempo per ogni ciclo di 20 minuti per un time-lapse di 46 ore (139 cicli). Inoltre, è stato utilizzato l'adaptive focus control (AFC) mantenendo così una messa a fuoco continua per l'intero time-lapse, anche con un ampio movimento XY per l'acquisizione di ogni campione. L'Instant Computational Clearing (ICC) di Leica è stato applicato alle regioni acquisite per eliminare  la foschia fuori fuoco. Ciò ha migliorato notevolmente la capacità di visualizzare la fluorescenza del tessuto espiantato come anche la migrazione cellulare.